Il Nazismo in Germania

1942      20 gennaio: Heydrich convoca una riunione nella quale sono presenti i più alti

  gradi militari e politici del Reich per porre in essere tutte le iniziative per la

  “soluzione finale del problema ebraico”. Dopo un escursus sull’atteggiamento

  iniziale dei nazisti (dal 1933), che ha “favorito” l’emigrazione forzata degli

  ebrei dal territorio tedesco, pagata dagli ebrei più ricchi (537.000 al 31 ottobre 

  1941, 360.000 dalla Germania.147.000 dall’Austria - dal 1938, 30.000 dalla

  Boemia – dal 15.3.1939), stante le crescenti difficoltà, viene

  decisa l’evacuazione verso est di tutti gli ebrei. Rientrano in questa “soluzione

  finale”, circa 11 milioni di ebrei (vedere elenco suddiviso per numero e

  territorio di appartenenza). Vengono prese le decisioni operative per procedere.

  Estate 1942: “operazione Reinhard”, si affianca al massacro nei ghetti polacchi,

  inviando gli ebrei vivi verso i campi di sterminio (VL – Vernischtungslager) di

  Auschwitz-Birkenau, Chelmno, Sobibor, Treblinka, Stutthof, Maidanek,

  Belzec.

  Novembre 1942: controffensiva alleata in Africa, sbarco di truppe alleate in

  Marocco e Algeria. El Alamein.

1943      gennaio: controffensiva russa sul Don, disastrosa ritirata dell’ARMIR (Armata

  Italiana in Russia).

  2 febbraio: si conclude l’assedio di Stalingrado con la sconfitta tedesca di von

  Paulus (6^ armata, 300.000 prigionieri), che apre la strada alla ritirata tedesca

  con battaglie campali a Leningrado, Kursk, Kiev, Minsk, Varsavia, Berlino,

  Budapest.

  19 aprile: inizia la rivolta nel ghetto di Varsavia (380.000 ebrei nel novembre

  1940, 300.000 deportati all’estate 1942), che termina con la distruzione della

  sinagoga il 16 maggio.

  12 maggio: resa del corpo di spedizione tedesco in Africa, di Rommel.

  14 maggio: resa del corpo di spedizione italiano in Africa, del generale Messe.

  10 luglio: sbarco alleato in Sicilia

  25 luglio: arresto di Mussolini, dopo il voto sfavorevole al Gran Consiglio del

  fascismo. Il re incarica il maresciallo Badoglio di formare un nuovo governo.

  8 settembre: armistizio Italia-Alleati.

  13 ottobre: dichiarazione di guerra dell’Italia contro la Germania (sotto tutela

  alleata.

1944      4 giugno: liberazione di Roma.

  6 giugno: sbarco in Normandia degli alleati.

1945      27 gennaio: liberazione del campo di sterminio di Auschwitz da parte dei russi.

  30 aprile: Hitler si suicida nel suo bunker di Berlino, Goebbels si suicida con

  tutta la famiglia.

  5 maggio: liberazione del campo di concentramento di Mauthausen da parte

  degli americani.

  8 maggio: resa incondizionata della Germania agli alleati.

  1 settembre: resa incondizionata del Giappone e termine del conflitto mondiale.

  20 novembre: inizia a Norimberga il processo ai gerarchi nazisti catturati

  da parte del tribunale militare internazionale. Si definisce per la prima volta il

  concetto di “crimine contro l’umanità”. Si conclude con 10 condanne a morte

  e molti anni di carcere.